Sezione ESABAC


 

 

 

 

 

 

PROGETTO ESABAC

Dall’a.s. 2013/2014 il Liceo Galilei ha ottenuto dal MIUR l’attivazione del progetto ESABAC, grazie al quale gli studenti della sezione A del Liceo Linguistico hanno la possibilità di intraprendere un percorso di dimensione europea finalizzato al conseguimento del doppio diploma: l’Esame di Stato italiano e il Baccalauréat francese.

Il duplice diploma ESABAC è stato istituito nell’ambito della cooperazione educativa tra l’Italia e la Francia, grazie all’Accordo siglato dai ministri dell’Istruzione, Mariastella Gelmini e Xavier Darcos, con il quale la Francia e l’Italia promuovono nel loro sistema scolastico un percorso bilingue triennale del secondo ciclo di istruzione che permette di conseguire simultaneamente il diploma di Esame di Stato e il  Baccalauréat.

Il curricolo italiano nelle sezioni EsaBac prevede nell’arco di un triennio lo studio della Lingua e della letteratura francese attraverso una progettazione integrata delle due letterature, per quattro ore settimanali, e della Storia veicolata in lingua francese per due ore a settimana.

Pensati per gli studenti ESABAC del Liceo Galilei, proprio in questa prospettiva di approfondimento della lingua e cultura francofona, due progetti di partenariato: uno con il Lycée Jean Macé di Rennes, l’altro con il Lycée Henri Bergson di Parigi.

Perché     l’ESABAC?

Perché questo diploma può essere importante per il  futuro nel mondo del lavoro: la Francia è il più grande partner economico dell’Italia in Europa. la Francia e l’Italia collaborano in ambito finanziario e industriale: molti direttori di istituti di credito e imprenditori, sono francofoni.

Questo diploma  è indispensabile se si sceglie la carriera diplomatica e questo titolo  permette di accedere a qualsiasi facoltà o corso di specializzazione in Francia o in qualsiasi altro paese Francofono.

Cosa prevede l’ESABAC ?

Il percorso ESABAC prevede che al liceo venga rafforzato lo studio della lingua francese, e che l’insegnamento della storia venga fatto in francese. Il programma di storia è comune tra Francia e Italia, con l’ambizione di creare un base culturale condivisa, un passo verso un’identità transnazionale europea che si basi su una visione unica dei grandi eventi che hanno attraversato il continente. I ragazzi italiani che si sono iscritti al percorso EsaBac affrontano, nei giorni della Maturità, delle prove supplementari per ottenere anche il Baccalauréat: una prova scritta di storia (in francese) e una prova scritta e orale di lingua e letteratura francese. I candidati che superano con successo le prove dell’Esame di Stato e le due prove proprie dell’EsaBac avranno entrambi i diplomi (chi fallisce l’EsaBac avrà comunque il diploma italiano, se l’esame è andato bene). Con l’EsaBac, i ragazzi italiani che ottengono il «Bac» possono iscriversi a qualsiasi università francese senza bisogno di esami integrativi, o fare domanda per entrare in una delle Grandes Écoles (come Ena o Polythécnique) dietro concorso, esattamente come i compagni francesi.

I motivi per imparare il francese sono numerosissimi  E’ una lingua parlata in tutto il mondo da oltre 200 milioni di persone sui 5 continenti. Dopo l’inglese, il francese è la lingua straniera maggiormente studiata, e nella graduatoria delle lingue più parlate si colloca al nono posto.  E’ un importante atout nella ricerca di lavoro a livello internazionale. La padronanza del francese consente di accedere alle imprese non solo in Francia, ma anche nei paesi francofoni: Canada, Svizzera, Belgio e in Africa.  E’ la lingua internazionale nei campi della cucina, della moda, del teatro, delle arti visive, della danza e dell’architettura.  Il francese è considerata lingua di lavoro e lingua ufficiale, all’ONU, nell’Unione Europea, all’UNESCO, alla NATO, al Comitato Internazionale Olimpico, alla Croce Rossa Internazionale, e ancora in altre istituzioni giuridiche internazionali. E’ la lingua delle città di Strasburgo, Bruxelles e in Lussemburgo, sedi delle istituzioni europee.  Nelle Organizzazioni Internazionali due sono le lingue preferibilmente richieste: l’inglese e francese. All’ONU le lingue ufficiali sono sei (arabo, cinese, francese, inglese, russo e spagnolo). L’inglese e il francese sono quelle utilizzate.  Il francese permette di proseguire gli studi in Francia presso università altamente qualificate, presso gli istituti superiori (“Grandes Ecoles”) per il commercio e per l’ingegneria tra i più qualificati d’Europa e del mondo intero. Gli studi presso le Università francesi permettono di accedere a borse di studio e ad altre agevolazioni per gli studenti e di ottenere un diploma internazionale.  E’ una lingua che permette di conoscere direttamente la Francia, Paese più visitato al mondo, la Svizzera, il Belgio, Monaco, il Canada, i Carabi, le Seychelles ed è utile per muoversi nei paesi africani.  Essendo la terza lingua utilizzata in Internet permette di mantenersi costantemente aggiornati circa la situazione mondiale e di comunicare con i francofoni di tutti i continenti.  E’ una lingua piacevole da imparare, anche per la sua origine comune all’italiano: infatti, il francese aiuta ad apprendere altre lingue neolatine (lo spagnolo, il portoghese o il romeno).


 

AI DOCENTI corso ESABAC

Agli Studenti V A Linguistico e loro famiglie

OGGETTO : Esami di Stato ESABAC 2018-19- DM 384

“Si trasmette alle SS.LL. il Decreto inerente le Prove d’Esame ESABAC anno scolastico 2018-19, richiamando l’attenzione delle SS.LL. alle novità relative ai punteggi derivanti dalle modifiche in atto degli Esami di Stato”

D.M.-384_2019ESABAC


PLANNING SÉJOUR RENNES 24-31 MARS 2019

Planning sejour en italie partenariat


Partenariato Liceo Galilei con il Lycée Jean Macé di Rennes

19 ragazzi francesi, studenti della “Seconde Esabac” del Lycée Jean Macé di Rennes sono stati accolti dal Liceo Galilei e ospitati dagli alunni delle classi seconda e terza della sezione Esabac del Liceo Linguistico Galilei. Un’ intensa settimana quella dal 31 gennaio al 7 febbraio, durante la quale gli studenti del Galilei insieme ai loro corrispondenti francesi, hanno condiviso una bellissima esperienza formativa a tutto tondo lavorando in progetti bilingue che hanno investito i campi delle letterature italiana e francese, discipline fortemente caratterizzanti il percorso Esabac, nonché tematiche scientifiche e ambientali. Inseriti nelle classi del Galilei, gli studenti francesi hanno potuto sperimentare l’approccio didattico al sistema scolastico italiano come pure le docenti francesi “ospiti” dei loro colleghi italiani in classe. Questo progetto di Partenariato nasce da una Convenzione sottoscritta tra le due scuole e firmata nella duplice copia in lingua francese e italiana dalla Dirigente Prof.ssa Maria Zeno e dal Preside del Lycée Jean Macé di Rennes, Monsieur Bedel nel quadro di una fattiva collaborazione tra le due scuole sia in termini di mobilità collettiva che individuale degli studenti e anche dei docenti. Il progetto, curato dalla Prof.ssa Simona Borgna, prevede una seconda fase, quella che dal 24 al 31 marzo prossimi, vedrà gli studenti galileiani in “trasferta” al liceo di Rennes.


Rennes 24-31 marzo 2019

Seconda tappa del Partenariato con il Lycée Jean Macé di Rennes: 17 liceali della seconda e terza classe del Liceo Linguistico Galilei sezione Esabac, accompagnati dalle Prof.sse Simona Borgna e Lorella Battilocchio,  hanno trascorso una bellissima settimana in Bretagna, a Rennes, ospiti dei loro corrispondenti francesi. Li vediamo nella foto tutti insieme al termine di una “chasse au trésor” nei giardini del Parc du Thabor  di Rennes. Gli studenti del Galilei hanno partecipato alla vita scolastica dei loro corrispondenti, assistendo alle lezioni insieme a loro, hanno mangiato alla “cantine”del liceo e hanno avuto l’occasione di visitare posti fantastici come il Mont Saint Michel, Saint-Malo, il Parlamento di Rennes. Un tuffo nella lingua, nella cultura (un pomeriggio i liceali italiani hanno preso lezioni di danza celtica!), nei luoghi…e nella cucina bretone con le sue specialità: le famose “galettes au blé noir” (crêpes di grano saraceno) e le crêpes dolci al caramel!!!!! Ora siamo pronti per la prossima puntata…quella degli scambi individuali della durata di un mese! Il tutto possibile grazie alla convenzione stipulata tra la nostra Dirigente Scolastica Prof.ssa Maria Zeno e il Dirigente del Liceo Macé, Monsieur Dominique Bedel, venuto di persona a Civitavecchia il 2 maggio dell’anno scorso che ha firmato le due copie della convenzione, una in lingua italiana, l’altra in lingua francese.